VIA DI SANTIAGO A FINISTERRE E MUXIA

El Cammino di Santiago a Finisterre e/o Muxia fu quella compiuta da molti pellegrini, poiché praticamente dal ritrovamento del Sepolcro dell'Apostolo Santiago (IX secolo), che decisero di estendere il loro Cammino fino alla "fine della terra conosciuta" e poi a Muxia, direttamente al Santuario da Virxe da Boat.

Santiago de Compostela
negreira
Marrone
Olveiroa
CEE
Finisterre
muxia
IMPORTANTE!!  A differenza di altre aziende LA NOSTRA TARIFFA COMPRENDE ASSICURAZIONE DI VIAGGIO E ASSISTENZA VEICOLO IN CASO DI EMERGENZA, per la tua sicurezza e tranquillità.
Abbiamo preparato questo percorso del Cammino di Santiago a Finisterre per le persone che viaggiano da sole, così come per gruppi di amici e/o familiari. Possiamo adattare il numero di chilometri delle tappe alla tua condizione fisica.
Sconti speciali per gruppi di almeno 4 persone: € 15/persona (Non cumulabile con altri sconti)

VIA DA SANTIAGO ALLE TAPPE DI FINISTERRE

Giorno 1: Arrivo a Santiago de Compostela. Struttura ricettiva.

Giorno 2: Tappa da Santiago de Compostela a Negreira (22 km)

Giorno 3: Tappa da Negreira a Maroñas (19,81 km)

Giorno 4: Tappa da Maroñas a Olveiroa (13,34 km)

Giorno 5: Tappa da Olveiroa a Cee (17,9 km)

Giorno 6: Tappa da Cee a Finisterre (15,2 km)

Giorno 7: Colazione–Fine dei nostri servizi

Alloggio

IL TUO RIPOSO E DIVERTIMENTO SARANNO IL NOSTRO PRINCIPALE OBIETTIVO!!

Gli alloggi che offriamo ai nostri clienti sono di alta qualità. Le camere sono private e hanno il proprio bagno esclusivo, oltre ai servizi necessari per il vostro comfort.

Supervisioniamo e selezioniamo personalmente gli alloggi, in base alla soddisfazione espressa dai nostri clienti negli anni. Non ti metteremo mai in ostelli.

Trattandosi di alloggi con capacità limitata, il loro nome esatto verrà fornito una volta effettuata la prenotazione definitiva del viaggio e ne verifichiamo la disponibilità nelle date da voi scelte.

Cosa mangiare e piatti tipici sul Cammino di Santiago verso Finisterre e Muxia?

Fare il Camino a Finisterre e Muxia o qualsiasi altro, è senza dubbio una sfida da qualsiasi punto di vista. Mantenere una dieta adeguata è fondamentale, per sostituire le calorie e soprattutto per avere forza, quindi la gastronomia tipica della zona sarà sempre l'opzione migliore.

Nelle righe seguenti parleremo delle opzioni gastronomiche che puoi trovare lungo il percorso da Santiago a Finisterre. Come sai, questo è l'unico che ha come punto di partenza la Cattedrale di Santiago.

Al palato è altrettanto meraviglioso. In questa sezione c'è anche una grande varietà di piatti che non puoi smettere di assaggiare. Approfitteremo di questo stesso testo per suggerire dove mangiare sulla strada del Finisterre da Santiago a Muxia.

Piatti tipici del Cammino di Finisterre da Santiago a Muxia

Scommettere sui piatti tipici sarà sempre l'opzione migliore che puoi avere. Oltre a insegnarti molto di più sulla cultura del luogo, sono anche molto più amichevoli per le tasche e il budget. Tra quelli che non puoi smettere di provare, qui ti lasciamo i nostri preferiti.

Vongole alla Marinera

Naturalmente, trattandosi di un percorso prettamente costiero, pesci e molluschi saranno sempre presenti durante tutto il viaggio.. Le Vongole marinate Sono famosi nella cucina galiziana, oltre ad essere sani e deliziosi.

Sono per lo più consumati durante le occasioni speciali e celebrazioni come il Natale, essendo uno degli antipasti preferiti.

La ricetta è abbastanza semplice. Le vongole sono cotte in un sugo ai frutti di mare, a base di cipolla, aglio, prezzemolo, vino bianco e farina di frumento. Il risultato è intenso ma estremamente delizioso.

Bistecca galiziana

Particolarmente popolare nella zona di La Coruña, È perfetto se sei un amante della carne e degli insaccati. Questa preparazione è protagonista nel famoso churrascada, feste popolari in cui i residenti si riuniscono per gustare grigliate alla griglia, accompagnate da vino.

Ci sono molti posti specializzati in questa tecnica, noti come steakhouse. lì puoi scegli tra le teglie a base di carne di maiale, delle più apprezzate, di vitello o se preferisci una combinazione di molti tipi, compresa la carne di manzo.

Di solito è consumato soprattutto per il cibo, anche se è popolare anche a cena. Può essere accompagnato da chimichurri, Padrón peperoni, patate fritte o tanti diversi tipi di chorizos e sanguinaccio. È un piatto perfetto per uno spuntino e da condividere.

grongo essiccato

Consumato da più di cinque secoli in questa zona e sebbene la sua origine sia ancora alquanto sconosciuta, è originario della Costa da Morte. Caratteristico per la sua pelle nera, poiché è un pesce di caverna, predatore notturno. Ha un sapore intenso e abbastanza forte, estremamente imponente.

Il processo di essiccazione è piuttosto noioso e lungo, altri motivi per cui questo pesce è così apprezzato. La sua festa si celebra a Pasqua e una volta idratato prima della sua preparazione, il grongo è pura carne.

Normalmente Viene preparato in salsa rossa e servito con patate. Devi tenere a mente il suo sapore intenso che può essere piuttosto impressionante fin dall'inizio.

filloas

Potremmo dirlo È una specie di crêpe, frittate o frittelle. Certo, estremamente sottile ma molto delizioso. Sono uno dei dolci più tradizionali di tutta la Galizia, a base di latte.

Quelli tradizionali, che si preparavano in passato, erano fatti con sangue di maiale, anche se questo è cambiato nel tempo e ora prevalgono quelli dolci.

Sono fatti con farina di frumento, uova, zucchero, anice essiccato e latte. La miscela viene portata nella padella in una presentazione sottile. Di solito sono serviti con qualche topping molto più dolce come lo zucchero a velo, sciroppo di cioccolato, dulce de leche e alcuni scelgono di aggiungere anche della frutta.

Polpo sul mercato

Siamo sulla costa galiziana, quindi pesce e crostacei sono quelli che definiscono il modello gastronomico. In questo caso, il polpo alla fiera è una delle proposte più squisite che potrai trovare

Il polpo viene tagliato a fette di un centimetro, condito con peperoni, olio di oliva e sale grosso. Viene servito generosamente, accompagnato da spicchi di patate, marinato allo stesso modo, noto come memorizzarli nella cache.

Zuppa d'aglio

Le zuppe saranno sempre una parte fondamentale della dieta e qui non deve essere diverso. In quest 'area, la zuppa d'aglio è particolarmente consumata, con ingredienti leggeri che lo rendono un'opzione favorevole in qualsiasi momento.

E' composto da brodo, che può essere di carne o vegetale, pane, peperoni, olio d'oliva, uova e, naturalmente, aglio con qualche foglia di alloro.

pettini

In generale, come abbiamo già detto, I frutti di mare fanno parte della gastronomia tradizionale. Tuttavia, le capesante sono particolarmente consumate, soprattutto all'interno di questo percorso.

A Santiago de Compostela fanno praticamente parte della loro dieta quotidiana. Normalmente si preparano con una specie di soffritto di peperoni e cipolle, cosparso di pangrattato e un po' di formaggio e poi si passa in forno a gratinare. Di solito sono serviti nel loro guscio.

stufato

Come vi abbiamo appena detto, qui si consuma molto pesce. IL caldeirada de peixe, o semplicemente caldeirada, lo è una sorta di sagra del pesce e dei crostacei, cioè di diverse varietà.

La ricetta tradizionale è preparata con nasello, razza, rombo e grongo, anche se può avere alcune varianti. Tutti questi ingredienti vengono cotti insieme in un calderone, da cui il nome, con patate e cipolle. Si distingue che poco prima di spegnere il fuoco vengono aggiunte alcune foglie di alloro, aceto e un po' di pepe nero.

La cottura dura circa 20 minuti. Inoltre, viene servito caldo e può essere consumato in qualsiasi momento e periodo dell'anno.

Come fatto curioso, questo era un preparazione tipica dei pescatori. Qui venivano selezionati i pesci di minor pregio o quelli che si rompevano durante il processo di pesca. L'unione di tutti questi ha portato a quello che oggi è un classico della cucina galiziana.

Dove mangiare sul Cammino da Santiago a Finisterre e Muxia?

I posti migliori per mangiare sulla strada da Santiago a Finisterre e Muxia

Ora, in quest'ultimo tratto da Santiago per raggiungere Muxia, che gode una delle cucine più deliziose Rispetto agli altri, potrebbe essere necessario conoscere alcuni dei posti migliori per gustare deliziosi piatti tradizionali e un buon servizio. Tra questi citiamo:

pontemaceira

PortoQuesto è un ristorante che sembra avere tutto, a cominciare dalla sua meravigliosa posizione. È nel cuore di questa affascinante città, con a terrazza sul fiume Tambre che lascia chiunque colpito dalle cascate.

il loro menu è abbastanza tradizionale e casalingo. Tutto, senza trascurare la loro buona attenzione, dove ti faranno sentire sempre il benvenuto.

negreira

Continuiamo ad avanzare e la prossima fermata corrisponde a Casa Barqueiro, a Negreira, un ristorante completamente familiare e tradizionale. Il suo menu si basa soprattutto su manzo e le famose bionde galiziane, cresciuto nella fattoria privata che si trova alla periferia della città.

Come dettaglio curioso, la carne arriva sulla tua tavola sfilettata e cruda in modo da dargli il punto ideale su una pietra di Xallas.

È anche degno di nota su Avenida de Barcala, il Os Arcos Grill È un bel posto per farti divertire cucina tradizionale. Godrai di buone porzioni, un servizio cordiale e le strutture più confortevoli.

Essendo una griglia puoi assaporare bistecche succose, ma senza trascurare la varietà di pesci e crostacei tipici della regione. Tutto è fresco di giornata. Inoltre, è un modo delizioso per recuperare le forze dopo una lunga giornata.

CEE

In Rúa Real, la via centrale di questa bella e accogliente cittadina, Il ristorante Lecer è perfetto per ogni momento. Puoi andare a mangiare, sorseggiare un drink nel pomeriggio o cenare. In ogni caso, godrai sempre di buone opzioni.

La sua scommessa, ovviamente, è tradizionale, godendosi un ottimo rapporto in termini di qualità - prezzo - quantità, Si riferisce.

Puoi scegliere tra pesce, frutti di mare, carne, dessert, porzioni, tapas e sempre i vini più selezionati della regione. Puoi gustarli nel soggiorno - sala da pranzo o nella zona terrazza, scegli tu.

Finisterre

Nel Paseo Ribeira de Finisterre, Andurina è una bellissima struttura. Qui, oltre a godere del cucina tradizionale, ti dà la possibilità di farlo accompagnato dai panorami più belli della zona costiera.

Offrono una versione del tipica cucina galiziana, ma con versioni leggermente più moderne e caratterizzate dall'incorporazione di alcuni tocchi propri.

Hanno diverse opzioni sia in menù degustazione, giornaliero o un menù abbastanza curato. Avrai anche i vini più rilevanti sempre da accompagnare.

È anche notevole Alla Galleria, che è più un bar che un ristorante, puoi anche optare per alcuni piatti semplici ma ugualmente deliziosi.

Inoltre, come dettaglio principale, si potrebbe dire che questo stabilimento è a museo di fortuna per i pellegrini. Troverai ricordi ovunque degli escursionisti che sono venuti qui nel tempo.

muxia

Siamo già a Muxia e qui il posto migliore e più famoso dove mangiare è senza dubbio A lonxa d'Álvaro. Il suo menu è ampio, vario e soprattutto generoso in termini di porzioni. Qui puoi scegliere tra affumicato, grigliato e, ovviamente, marinato.

prodotti del mare, trovandosi nel cuore della Costa da Morte, qui saranno sempre protagonisti. Inoltre, vedrai preparazioni così originali che ti lasceranno facilmente impressionato

Segnaliamo inoltre, situato in Rua Virxe da Barca, A per Lolo È un ristorante dove potrai goderti un esperienza tradizionale, ma da un punto diverso.

Verificherete una delicata attenzione da parte di chi ci lavora, strutture molto ben arredate e recentemente rinnovate. Il menu disponibile è ideale per tutti, con una varietà di pesce, carne, insalate, stufati e molti dessert.

Dopo una lunga giornata di cammino, questo posto è sicuramente È un modo meraviglioso per concludere la giornata. insieme ai migliori sapori.

Cosa vedere sul Cammino di Santiago fino a Finisterre e Muxia

TAPPA DA SANTIAGO A NEGREIRA

Iniziamo la nostra sezione di cosa vedere nel nostro Cammino di Santiago con viaggio organizzato con il villaggio di Quintans, un piccolo paese fatto di case in pietra, una delle quali con una croce di pietra. Evidenziare il ponte sul fiume Roxos, di origine medievale.

Ad Augapesada possiamo vedere il suo ponte medievale, così come la strada lastricata recentemente restaurata.

A Ponte Maceira spicca il magnifico ponte di origine medievale della fine del XIV secolo, formato da cinque occhi di diverse dimensioni detto A Ponte Vella, attraverso il quale viene attraversato il fiume Tambre.

Dall'altra parte del ponte troviamo la Cappella del Carmen o San Blas del 1945° secolo. Nelle vicinanze si trova il Pazo de Baladrón costruito tra il 1955 e il XNUMX.

A Negreira merita una menzione speciale El Pazo de Cotón, di origine medievale e con numerose modifiche dal XVIII al XX secolo. Sulla sua facciata sono visibili una dozzina di stemmi appartenenti alle famiglie che lo abitarono.

Così come la Cappella di San Mauro, risalente al XVIII secolo e la Chiesa di San Xulian.

 

TAPPA NEGREIRA-MAROÑAS-OLVEIROA

In primo piano a Zas si segnala la chiesetta di San Mamede, che per le sue dimensioni può essere considerata una cappella.

Passato Piaxe troviamo uno dei  croci di pietra meglio conservate sul nostro percorso.

A Santa Mariña c'è un tempio romanico con una navata e un'abside rettangolare, con due semplici portali.

A Bon Xesús rimane una croce in pietra molto suggestiva per la sua asperità.

A Corzón, evidenzia la Chiesa di San Cristovo con il suo campanile.

Ad Olveiroa spicca la Chiesa di Santiago, di costruzione sobria, di probabile origine romanica. Il portale, con campanile, è barocco e sull'architrave della porta è posta una peculiare immagine dell'Apostolo di origine incerta.

Vicino a Olveiroa troviamo la Cappella di Santa Lucía, la cui fontana all'ingresso avrebbe proprietà curative per i problemi di vista.

 

TAPPA DA OLVEIROA ALLA CEE

A Cee spicca la Chiesa di Santa Maria de Xunqueira, che conserva ancora elementi gotici.

Visita la Casa Mayán e Guillen modernista, così come la canonica e il Pazo de Cotón.

Come contrappunto, possiamo anche rilassarci guardando i panorami dalla spiaggia di La Concha.

 

TAPPA DALLA CEE AL FINISTERRE

Proprio a Capo Fisterra troviamo il vecchio faro. Lì, lo spirito e la natura, il mare e il cielo, la leggenda e il presente si stringono la mano in cui gli antichi credevano alla fine del mondo conosciuto, dopo aver sicuramente osservato i suoi grandi tramonti.

Gli antichi eseguivano tre riti di purificazione, morte e risurrezione:

- purificazione del corpo: Si fa a Praia da Langosteira, due chilometri prima di entrare in città. Così, il pellegrino ha rispolverato tutto il suo percorso e ha iniziato in modo pulito il suo conto alla rovescia per raggiungere quella fine di strada così dura e allo stesso tempo importante per tutti i pellegrini.

- Guarda il tramonto: Morte e risurrezione, la morte del sole nel mare e la risurrezione il giorno successivo, come la risurrezione del pellegrino nel giorno per giorno del suo cammino.

Finisterre è strettamente legato alle storie precristiane che ci parlano dell'esistenza dei culti pagani e della loro successiva cristianizzazione.

– Bruciare i vestiti: in passato si bruciavano i vestiti, attraverso questo rito il pellegrino si libera di tutto ciò che è materiale e con il fuoco cerca di bruciare tutto ciò di cui si vuole liberare e che non gli gioverà per iniziare una nuova vita. Attualmente questa pratica è vietata!

È legato al percorso giacobino e con l'arrivo dei resti dell'apostolo Santiago in Galizia. La tradizione giacobina del finisterre galiziano si basa su due delle devozioni più popolari in Galizia; il Santo Cristo, che si trova nella Chiesa di Santa María de Areas, di origine medievale il cui portale principale è in stile romanico e l'esterno del tempio è dominato dal gotico marino, a Finisterre, di cui l'avvocato Molina (XVI secolo) dice che la maggior parte dei pellegrini che vengono dall'Apostolo vi vengono.

 

TAPPA DA FINISTERRE A MUXIA

A Lires possiamo visitare il Tempio di San Estevo dell'inizio del XNUMX.

A Muxía, la leggenda narra che la Vergine Maria, trasportata su una barca di pietra, apparve in questo luogo all'apostolo Santiago per incoraggiarlo nella sua opera di evangelizzazione.

Possiamo contemplare “Las Piedras Santas” che, secondo la leggenda giacobina, sono le vestigia dei resti della nave su cui giunse la Vergine Maria. Tra questi spiccano: La Pedra de Abalar (che rappresenta la candela), la Pedra dos Cadris e la Pedra do Timon (conosciuta come la pietra degli innamorati)

Nel centro di questa città troviamo la Chiesa di Santa María.

Concludiamo con l'essenziale del nostro post Cosa vedere sul Camino de Finisterre/Muxia con il luogo più importante del percorso, il Santuario di Nostra Signora della Barca, al cui interno si trova la Cappella della Vergine, così come modelli di navi appesi come offerte fatte dai marinai alla Vergine.

Dopo il naufragio della "Prestige", è stato costruito un Monolito, che ricorda questa fatidica catastrofe naturale.

Come arrivare a Santiago di Compostela

Per arrivare all'inizio della prima tappa, che è nientemeno che la città santa di Santiago, vi mettiamo a disposizione le seguenti alternative:

Opzione 1: autobus. Stazione centrale degli autobus di Santiago de Compostela. Calle San Cayetano, s/n. Telefono: +34 981 59 60 50. Collegamenti con le principali città galiziane e destinazioni nazionali e internazionali.

Opzione 2: trasferimento privato. Pick up all'Hotel a Santiago all'ora da te decisa e trasferimento diretto alla città dove hai lasciato il tuo veicolo parcheggiato.

Opzione 3: treno

Stazione Renfe di Santiago de Compostela. Rua do Horréo. Telefono: 981 58 77 00. Ha:
– Due treni giornalieri per Madrid (Talgo ed express) e uno per Bilbao.
– Quattordici treni giornalieri con A Coruña, undici con Vigo e otto con Ourense.
– Collegamenti con il Portogallo tramite Vigo (tre treni giornalieri con Porto), con la Francia tramite la linea A Coruña-Vigo-Barcellona.

Opzione 4: aereo

In aereo hai l'aeroporto di Santiago de Compostela "Lavacolla"

Strada verso la fine del mondo in piena espansione

La via per Santiago dal rotta per Finisterre e Muxia È il layout giacobino più spirituale e mistico di tutti quelli che esistono. Ed è che questo è il estensione che unisce Santiago de Compostela con la misteriosa ed enigmatica Costa da Morte. Sì, si fa al contrario ed è un percorso che ha migliaia di anni.

Oltre ad avere paesaggi più che imponenti e impressionanti, raggiunge l'Oceano Atlantico. Qui finalmente le anime dei pellegrini vengono purificate, secondo la tradizione.

Sempre più pellegrini stanno compiendo, ad esempio, gli ultimi 100 chilometri del Cammino da Sarria a Santiago, decidono di dirigersi verso quella che anticamente era la fine della terra conosciuta, la "fine del mondo". Per molti anni, molti hanno considerato che il Cammino non termina alla Cattedrale di Santiago e hanno esteso il loro viaggio a Finisterre e Muxia (il luogo in cui la Vergine è arrivata su una barca per incoraggiare l'apostolo Santiago).

È anche in un certo senso fare la strada al contrario da Finisterre, come facevano i vecchi pellegrini che dovevano tornare a casa, molti dei quali finirono per stabilire la loro residenza in Spagna in molti dei villaggi che segnarono il loro ritorno.

Cammino di Santiago all'indietro

Sapevi che puoi fare il Cammino di Santiago al contrario? Anticamente, infatti, tutti i pellegrini dovevano rientrare nelle loro città/paesi di origine. Il Cammino da Muxia o Finisterre alla Cattedrale di Santiago è il percorso principale utilizzato dai pellegrini per fare il Cammino nella direzione opposta. Farlo in direzione di quella che un giorno fu "la fine del mondo conosciuto", ovvero verso la Città Santa di Santiago non c'entra nulla, la prospettiva e i paesaggi danno la sensazione di fare un Cammino nuovo e diverso che sorprenderti.

La nostra proposta, totalmente adattabile alle vostre esigenze, sarebbe la seguente:

ITINERARIO (7 giorni-6 notti-5 tappe)

Giorno 1- Arrivo a Muxia. Alloggio.

Giorno 2– Tappa Muxia – Fisterra (29 Km)

Giorno 3– Tappa Fisterra – Corcubion (14 Km)

Giorno 4– Tappa Corcubion – Olveiroa (21 Km)

Giorno 5.- Tappa Olveiroa – Negreira (33 Km)

Giorno 6.- Tappa Negreira – Santiago de Compostela (22 Km)

Giorno 7.- Colazione. Fine dei nostri servizi.

Prezzo e formalizzare la prenotazione
Camera doppia con colazione
€ 530 a persona
informazioni sul percorso
  • Distanza da Santiago a Finisterre: 87 km
  • Durata: 7 giorni/6 notti/5 tappe
  • Date: Libera scelta. Scegli tu il giorno!
    • Il viaggio deve essere prenotato almeno 1 settimana prima della data che hai deciso.
  • Sistemazioni in Hotel, Case Rurali, Ostelli
  • Colazione speciale
  • Assicurazione di assistenza al viaggio in Spagna
  • Veicolo di soccorso stradale in caso di emergenza
  • Dossier digitale informativo di strada
  • Assistenza telefonica in viaggio
  • Trasferimento bagagli a tappe
    • 1 valigia a persona, massimo 20 Kg
  • I regali
    • credenziale del pellegrino
    • capesante del pellegrino
  • Nessuna penale di cancellazione
    • Fino a 15 giorni prima dell'inizio del Cammino
  • IVA

Ricorda che al prezzo base della tratta verrà aggiunto il costo dei servizi opzionali da te scelti.

  • Supplementi cena: Consultare
  • Supplemento camera singola: Consultare
  • Estensione a Muxia (1 stadio in più)
    • 70€/persona (camera doppia con colazione
  • bagaglio extra
    • Se porti più di 1 valigia a persona
  • Assicurazione annullamento (spagnolo)
  • Assicurazione annullamento (stranieri)