El Via primitiva È il più antico percorso di pellegrinaggio che arriva a Santiago de Compostela.

Antica via percorsa da Alfonso II El Casto, quando fu informato dal vescovo di Iria Flavia, Teodomiro, che un pellegrino della zona, chiamato Paio, aveva trovato i resti di una primitiva sepoltura, dove furono rinvenute le spoglie dell'apostolo Santiago . fatto avvenuto nel IX secolo (circa l'anno 820-830)

Questa prima visita reale, costituì i pilastri della creazione di questo percorso, consolidando un'intera infrastruttura, lungo di esso, per servire i pellegrini che lo percorrevano, tra cui San Francisco de Asís, nell'anno 1214.

Via primitiva

Strada da Lugo a Santiago

7 giorni-6 notti
€ 510 / persona
Il Camino de Santiago di Lugo (Cammino Primitivo), inizia ai piedi delle sue favolose mura romane. Bellissima città antica, Patrimonio dell'Umanità, dove inizieremo questo viaggio attraverso le terre della Galizia, lungo la Galizia più rurale, costellata di piccoli villaggi. Arrivati ​​a Melide incontriamo i pellegrini del Cammino Francese per dirigerci, su un unico itinerario, verso Santiago. Dal Monte do Gozo, alle porte di Santiago, godremo della vista eccezionale della Cattedrale e della città dell'Apostolo.
Via primitiva

Strada da Oviedo a Lugo

11 giorni- 10 notti
€ 835 / persona
Il Cammino di Santiago da Oviedo a Lugo (Camino Primitivo) è il percorso di pellegrinaggio più antico e antico. Era la via percorsa da Alfonso II El Casto quando si recò a Santiago de Compostela per riconoscere le spoglie dell'apostolo Santiago. L'intero percorso unisce Oviedo con la città murata di Lugo e termina alla Cattedrale di Santiago.

Origine del primo Cammino di Santiago - Chilometro Zero

Partendo da Oviedo, città dove si trovava la capitale del Regno di León, e passando per la città murata di Lugo, nel comune di Melide si unisce infine al Alla francese, da dove convergono in un unico Cammino di Santiago de Compostela.

Una volta che la Corte si è trasferita a Leone, Questo Cammino, a poco a poco, cessò di essere la via principale percorsa dai pellegrini nei primi tempi, diventando il Alla francese, che attraversa questa città, la via preferita dai pellegrini oggi.

Tuttavia, questo Cammino non fu affatto abbandonato, infatti molti pellegrini del Cammino francese deviano per percorrere il percorso da León a Oviedo, noto come Via del Salvatore, prostrarsi ai piedi di Salvatore, questo è nel Cattedrale di Oviedo, oltre a venerare le reliquie che vi si trovano Camera Santa. L'importanza di esso si riflette nel seguente detto: "Chi va a Santiago e non va a Salvador, onora il servo e lascia il Signore"

Il Cammino di Santiago ha suscitato ogni tipo di emozione per diversi secoli. Naturalmente, la fede e la devozione cristiane vengono prima di tutto. Tuttavia, nel tempo, è diventato anche un simbolo di spiritualità, auto-miglioramento e prestanza fisica per il lungo viaggio a cui si fa riferimento.

Tuttavia, ciò che viene spesso trascurato è il origine stessa del Cammino di Santiago. Abbastanza, il punto di partenza del primo itinerario culturale in tutto il continente europeo ha avuto luogo a Oviedo (Via Primitiva). Sono stati ringraziati il ​​re Alfonso II, El Casto e qui ne parleremo un po'.

il primo pellegrino

Come sai, ci sono diverse rotte giacobine attualmente disponibili, sia in Spagna che da diverse parti d'Europa. Ciò porta con sé che migliaia di pellegrini sono incoraggiati ogni anno a fare il tour. Indipendentemente dalle cause, questa è un'esperienza che cambia la vita.

Il primo pellegrino fu lo stesso Alfonso II. Nell'anno 834 il Vescovo Teodomiro gli avvisò del ritrovamento della tomba dell'Apostolo Santiago. poi, il monarca intraprese il giro, avendo come punto di partenza il Cattedrale di San Salvador, a Oviedo.

Chilometro zero del Cammino di Santiago

Sappiamo benissimo che il chilometro zero della Spagna, dove iniziano tutte le strade del mondo, si trova a Madrid, precisamente nella Puerta del Sol. Tuttavia, quando si tratta di cercare il chilometro 0 del Cammino di Santiago, dobbiamo fare riferimento al Cattedrale di San Salvador.

Come avrai dedotto, quel viaggio che Alfonso II fece all'epoca gli portò qualcosa di più del titolo di essere il primo pellegrino. Inoltre, ne è derivato punto di origine ufficiale del Cammino di Santiago. Non solo del sentiero primitivo (da cui il nome), ma di tutti.

Il Camino Primitivo ha un totale di 313 chilometri di distanza suddivisi in 14 tappe. Tuttavia, dobbiamo dire che non è esattamente il più frequentato, poiché questo luogo è occupato dal Cammino Francese. Quello che vi possiamo assicurare è che gode di paesaggi stupendi, molto più selvaggi.

Dopo il primo pellegrinaggio

Non è un segreto che il monarca fosse un fedele devoto. Dopo aver visitato la tomba dell'Apostolo, questo ha significato anche una sorta di partenza dal Cammino di Santiago in quanto tale. La sua avventura è servita aumentare il culto di Santiago.

Al termine del suo pellegrinaggio e una volta a Compostela, Alfonso II ordinò la costruzione di una chiesa dedicata al santo, il primo, inoltre, finanziò la costruzione del monastero di San Paio ad Antealtares. Conosciamo tutti il ​​risultato. Fino ad oggi, viene mantenuto il tracciato originale di questo percorso giacobino.

Itinerario della Via Primitiva

La Primitive Way percorre, principalmente nella sua parte centrale, terreni di mezza montagna, con continui sali e scendi, lungo sentieri, sentieri forestali, molti dei quali fangosi, dove la difficoltà principale si trova nella tappa da pola de allande a tavolo, Con il Porto del bastone come testimone, con un'altitudine di 1146 metri.

Bisogna tenere in considerazione anche il periodo dell'anno in cui andremo a farlo, per via del clima della zona, quindi per la sua realizzazione sono consigliati i mesi da maggio a settembre. Per questo ti consigliamo di non essere il tuo primo Cammino se non sei adeguatamente preparato fisicamente. 

Tuttavia, nonostante questa durezza, possiamo affermare categoricamente che è uno dei percorsi più belli e attraenti di tutti i Caminos de Santiago, regalandoci paesaggi spettacolari, persone semplici e "autentiche", oltre a numerosi piccoli paesini con tetti di ardesia. e pietra con cui troveremo nel nostro cammino.

Allo stesso modo, presenta un'altra importante attrattiva, in quanto è che non ci ritroveremo con il "possibile sovraffollamento" che può esistere su altri percorsi, soprattutto nei mesi centrali dell'estate.

 

Il mio primo Cammino di Santiago Primitivo

Se hai intenzione di fare il tuo primo Camino, con uno qualsiasi dei agenzie del Cammino di Santiago, e vuoi avere un primo contatto con il percorso, non avendo molto tempo, c'è una grande maggioranza di pellegrini che finiscono a Santiago de Compostela, iniziano il loro viaggio a Lugo.

In questo Cammino iniziatico, la sua durata è di circa una settimana. Dopo una prima esperienza, è molto probabile che il Cammino vi “aggancia” così come migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo che, anno dopo anno, aspettano il ritorno della data, visto che fa già parte del il loro "stile di vita"

Se percorri, a piedi, questo Cammino otterrai “La compostela”, che è il Certificato che ti sarà consegnato presso l'Ufficio del Pellegrino di Santiago de Compostela e che attesta che hai svolto, almeno, il ultimi 100 chilometri del Cammino di Santiago. Cosa sarebbe, ad esempio, se rendessi popolare Cammino da Sarria a Santiago. Se fai il Cammino in bicicletta, devi aver percorso almeno gli ultimi 200 Km. Il Cammino che coinciderebbe con la città di Berducedo o Pola de Allande.

Le principali città attraverso le quali passa il Camino Primitivo

Punti salienti del percorso

Come vi abbiamo già detto, il Cammino Primitivo inizia a Oviedo, capoluogo delle Asturie, precisamente dalla cattedrale, da qui prosegue attraverso l'ovest del Principato, attraversando alcune bellissime località come Salas, Grado, Pola de Allende o Trineo, solo per citarne alcuni.

In questo caso, l'ingresso in Galizia avviene attraverso A Fonsagrada, che fa parte di Lugo, separata dalle Asturie da Acebo, una bellissima zona montuosa. Questo tratto è infatti una delle tappe più dure per i pellegrini dell'intero percorso.

Indubbiamente, Lugo è uno dei punti più importanti del percorso. La storia e il patrimonio della città rendono imperdibile fermarsi qui. La sua origine in epoca romana è ancora visibile e la vedrai in vari punti di interesse.

Puoi iniziare il Cammino ovunque tu decida sul percorso. Le sezioni di seguito riportate sono solo a scopo informativo, ed ogni fase o sezione può essere modificata a piacimento, adattandola alle vostre personali esigenze o richieste.

👣 Tratto Oviedo – Lugo (209 Km) 👣

Oviedo – Grado – Salas – Tineo – Pola de Allande – Grandas de Salime- A Fonsagrada – Cadavo Baleira e Lugo.

👣 Tratto Lugo – Santiago (105 Km) 👣

Lugo – San Román de Retorta – Melide – Arzua – O Pedrouzo e Santiago de Compostela.

La Via Primitiva è difficile?

Uno dei percorsi più impegnativi

Oltre ad essere il più antico, il Camino Primitivo è noto anche per esserlo uno dei percorsi di pellegrinaggio più impegnativi o difficili. Nella maggior parte dei casi le tappe alternano salite e ripide discese, molte delle quali in mezzo a sentieri e strade sterrate, tipiche della montagna e dell'entroterra.

Ovviamente anche qui c'è una grande infrastruttura ricettiva. Questi, sommati alla bellezza del paesaggio, fanno sì che i pellegrini scelgano questo itinerario molto particolare.

D'altra parte, come punto a favore di questo layout, la sua buona segnaletica si distingue. Inoltre, per buona parte del viaggio, i pellegrini attraversano paesaggi ricchi di diverse sfumature di verde, lontani dal traffico. Qui le giornate si riempiono di natura e tipici borghi di montagna, dove il tempo sembra essersi fermato.

Per i pellegrini che vanno in bicicletta, questo potrebbe non essere il percorso più appropriato. Oltre ad essere abbastanza impegnativo e con un terreno un po' accidentato, non ci sono quasi percorsi adatti a questa modalità.

Nel 2015 il Camino Primitivo è stato dichiarato come Patrimonio mondiale dall'UNESCO, accanto al Camino del Norte. Questo per darvi un'idea della sua importanza storica e culturale.

La scorciatoia di San Salvador

Pochi lo sanno, ma il Camino Primitivo ha una piccola variante dove Oviedo continua ad essere protagonista, ma questa volta, come meta. Questo è il Cammino di San Salvador, dove León è collegata alla capitale del Principato delle Asturie attraverso la catena montuosa della Cantabria.

L'origine di questo percorso, secondo quanto verificato nei documenti rinvenuti, risale al medioevo. Molti pellegrini, giunti a León, scelsero di deviare dal cammino che li avrebbe portati a Santiago de Compostela, per visitare le reliquie dell'antica Cattedrale di San Salvador.

Una volta lì, hanno ripreso il loro pellegrinaggio attraverso il Camino Primitivo. Da allora, c'è un detto che vale ancora oggi, soprattutto per i devoti che decidono di utilizzare entrambi i percorsi. Che cosa "Chi va a Santiago e non a San Salvador, visita il servo, ma non il signore."